venerdì 23 dicembre 2011

Macchine per scrivere: il nastro



Erroneamente in molti libri e siti web viene attrribuita l'invenzione a G.K. Anderson.
In questa immagine per Paging Mach è possibile vedere chiaramente il sistema di nastri
passanti e nella descrizione viene specificato il funzionamento
I nastri inchiostratori erano presenti per i timbri manuali (ne parleremo più avanti) ma dalle mie ricerche sembra che il sistema applicato alle macchine da scrivere è quello inventato il 27 Settembre1864 (patent nr. 44488) da SAMUEL W. SOULE AND C. LATHAM SHOLES.
http://scrivevo.blogspot.com/2012/02/macchine-per-scrivere-giuseppe-ravizza.html Un giorno assieme ad un certo Soules (noi sappiamo insieme Carlos Glidden and Samuel Soulé nel1867) pensò di costruire una macchina che potesse sostituire la scrittura. Costruì alcuni modelli, l'11 ottobre 1867, richiedeva il primo brevetto, in molte parti identico a quello ottenuto, ben 13 anni prima, dal Ravizza.
Praticamente Mr. Sholes brevetta prima il nastro e poi la macchina (inventa la sella e poi conosce il cavallo)

Thomas I. Daniel patent 332791
Una menzione speciale la merita anche Thomas I. Daniel che il 22 Dicembre 1885 registra il brevetto nr. 332791.
Nel suo disegno si vede benissimo il meccanismo del nastro applicato alla macchina per scrivere "invented a new and useful inking ribbon annunciator for Type Writing Machines". Con questo meccanismo l'operatore veniva avvisato della fine del nastro.

George K. Anderson patent 349026
Il 14 settembre  1886 George K. Anderson registrò il brevetto nr. 349026 della sua invenzione: il nastro per le macchine da scrivere con doppio colore, colore primario e colore a contrasto (vedi disegno), per avvisare l'operatore dell'imminente fine corsa del nastro così da riavvolgerlo prima che il nastro si stacchi dal supporto.
Lebbeus H. Rogers patent 455263
L'invenzione di Lebbeus H. Rogers, patent 455263 del 30 Giugno 1891, è legata alla modifica del nastro ed in particolare all'applicazione sul terminale del nastro, di una lamina metallica, tipo foglia d'oro. La lamina metallica permetteva così il facile montaggio o rimozione evitando all'operatore inconvenienti macchie sulle mani o sui vestiti; inoltre sulla lamina ogni produttore poteva così applicare il proprio marchio.

Nel 1894 Johnson inventa il meccanismo che permette di riavvolgere il nastro.
C. E. Johnson patent 521288
Posta un commento